AIDOMAGGIORE (OR)
Schede monumenti archeologici

Visualizzaindice monumenti  -  indice monumenti per categoria
 indice immagini  -  relazione dell'Archeologa che ha redatto il catalogo
Scheda precedente - Scheda successiva - Cartina territorio (documento excel) 

N. 97 OZZILO a  TIPO DI MONUMENTO: Tomba di giganti I.

TOPONIMO LOCALITA': cartografia: Ozzilo      uso locale: Ozzilo
POSIZIONE I.G.M.: Foglio 206 II NE, Lat. 40░ 09' 22"; Long. 3░ 36' 20".
DATI CATASTALI: Proprietari: Leonardo Putzolu.
MODALITA' D'ACCESSO: Dalla strada S. Maria delle Grazie si devia a destra attraverso la strada di penetrazione agraria "Su Lisandru ", proseguendo per 500 m. circa.
MORFOLOGIA: Orlo altipiano (quota 318 metri s.l.m.)       -        TIPO DI VEGETAZIONE: Macchia mediterranea.
IDROGRAFIA: 500 m. circa dal
pozzo di S.Pedru.
ORIENTAMENTO: Sud est.              -                MATERIALE: Basalto.              -                  TECNICA: Poligonale.
DESCRIZIONE: La camera funeraria (misure sul colmaticcio: lungh. m. 5,50, largh. 1,10, altezza 1,60) di pianta rettangolare e sezione ogivale, conserva un lastrone residuo di copertura. Le pareti laterali sono costituite da ortostati sormontati da rozzi filari di pietre che aggettano verso l'interno.
Dall'interno del vano Ŕ visibile il portello funerario di forma trapezoidale (altezza m. 0,65 sul colmaticcio; basi: m. 0,65 inferiore e 0,50 superiore), con il robusto architrave (lungh. m. 1,05 x 0,62 largh. x 0,52 altezza) sovrastante.
Nel lato NE dell'edificio si pu˛ osservare un tratto del paramento esterno costituito da due filari mediolitici residui disposti a "scarpa". La faccia a vista di queste pietre Ŕ sommariamente sbozzata come la superficie frontale del concio dentellato.Questa lastra si trova all'estremitÓ del lato destro dell'esedra; ha una larghezza massima di m. 1,30 ed Ŕ alta m. 0,59. La parte dorsale di essa, nella quale si allungano i tre incassi di forma quadrangolare, Ŕ rozzamente sbozzata e termina con una lunga risega che si chiude a cuneo con due incassi poco profondi nell'estremitÓ, mentre le superfici laterali presentano un andamento curvilineo.
ESTENSIONE DELL'AREA MONUMENTALE: Circa 100 m. a partire dal monumento.
STATO DI CONSERVAZIONE: Discreto.
EVENTUALI STRUTTURE COLLEGATE: Poco distante (50 metri) si trova la seconda tomba di giganti di Ozzilo (n.98), a struttura isodoma. Il nuraghe omonimo dista invece 150 metri circa. Nella stessa localitÓ anche il recinto nuragico (n. 154).
Documentazione fotografica:
diapositive n.
97a. 97b. foto  n. 4.
BIBLIOGRAFIA: LAMARMORA 1840, p. 102; TARAMELLI 1931, n. 20, p. 69, BITTICHESU 1989, p. 29 e 55, nota 49, figg. 36/29, 51/1-2, tabb. VI/24, XIII/14 (ivi bibliografia precedente).
COMPILATORE: C.B.